Decreto 149 del 9 novembre 2020 “Ristori Bis”

 

Decreto 149 del 9 novembre 2020 

“Ristori Bis”

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto 149 del 9 novembre 2020 (cosiddetto “Ristori Bis”) che prevede le seguenti misure

 

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

 

È stata ampliata la platea dei settori di attività ricompresi nel contributo a fondo perduto del precedente Decreto Ristori (in allegato 1 l’elenco dei codici Ateco aggiornati).

Come per la precedente misura, chi ha già ottenuto il contributo dall’Agenzia delle Entrate prevista dal Decreto Rilancio otterrà automaticamente il nuovo contributo.

Chi ne ha diritto e non ha ottenuto il precedente contributo potrà fare domanda non appena sarà pubblicata la procedura.
Prevista una ulteriore maggiorazione per il settore ristorazione inseriti in zona arancione o rossa.
Previsti contributi a fondo perduto per ampia platea di beneficiari qualora sia stabilita la zona rossa.

 

CREDITO IMPOSTA CANONI LOCAZIONE

Per le imprese che svolgono le attività inserite nell’allegato 2 e inserite in zona rossa viene esteso quanto previsto dal primo decreto Ristori, prevedendo un credito d’imposta anche cedibile al proprietario dell’immobile locato pari al 60% dell’affitto per ciascuno dei mesi di ottobre, novembre e dicembre.

 

CANCELLAZIONE DELLA SECONDA RATA DELL’IMU

Cancellazione della seconda rata dell’IMU per le imprese che svolgono le attività inserite nell’allegato 2 e inserite in zona rossa, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività.

 

SOSPENSIONE DEI VERSAMENTI TRIBUTARI

Per i soggetti che esercitano attività economiche sospese dal Dpcm 3 novembre e per le attività di ristorazione inserite in zona rossa o arancione è prevista la sospensione delle ritenute alla fonte e dei pagamenti IVA in scadenza nel mese di novembre.

 

RINVIO DEL SECONDO ACCONTO IMPOSTE SUI REDDITI E IRAP PER I SOGGETTI A CUI SI APPLICANO GLI ISA

Nei confronti dei soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale e che operano nelle aree arancione o rossa, viene disposta la proroga al 30 aprile 2021 del pagamento della seconda o unica rata dell’acconto di imposte sui redditi e Irap, anche in assenza di calo di fatturato.

 

SOSPENSIONE DEI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI PER I DATORI DI LAVORO

Per le attività previste dal decreto-legge Ristori sono sospesi i contributi previdenziali e assistenziali per il mese di novembre. Per le zone rosse la platea delle imprese che possono sospendere i pagamenti del mese di novembre è ampliata. I contributi potranno essere versati in unica soluzione entro il 16 marzo o in 4 rate mensili a partire dal 16 marzo 2021.

 

MISURE DI INTEGRAZIONE SALARIALE

Il nuovo Decreto estende il riconoscimento dei trattamenti di integrazione salariale anche in favore dei lavoratori in forza alla data di entrata in vigore del decreto-legge Ristori bis, ossia il 9 novembre 2020. Dunque, sono destinatari delle prestazioni di integrazione salariale i lavoratori in forza al 9 novembre 2020.
Un’altra modifica riguarda la rimessione nei termini prevista dal decreto Ristori. La nuova rimessione nei termini sposta al 15 novembre 2020 tutti i termini decadenziali di invio sia delle domande di accesso ai trattamenti collegati all’emergenza Covid-19 che quelli di trasmissione dei dati necessari per il pagamento o per il saldo degli stessi che si collocano tra il 1° e il 30 settembre 2020.

 

Scarica qui il decreto integrale