Obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi

 

 

Dal 1/01/2020  obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi (incassi di scontrini e ricevute fiscali) per le piccole imprese

 

Il   provvedimento di legge D.L.  n. 127/2015  ha previsto obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi  e la risoluzione ministeriale n. 47/E/2019 dell'Agenzia delle Entrate ha fornito ulteriori chiarimenti in merito all'obbligo anticipato al 1° luglio 2019 per i soggetti con volume d'affari superiore a 400.000 euro.

 

A regime per tutti dal 1/01/2020 (in attesa di chiarimenti per i forfettari)

Per la genericità delle imprese lo ha previsto  l’art. 2, comma 1, D.Lgs. 127/2015:

1) sarà obbligatorio per tutti i soggetti interessati a partire dal 1° gennaio 2020;

2) sarà necessario essere in possesso dei Registratori Telematici (che prevede anche bonus fiscale per l'acquisto)

 

Il registratore telematico

Per procedere alla corretta memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi, è previsto che gli esercenti debbano dotarsi di un registratore telematico (RT), o di un server telematico.

E’ un dispositivo che memorizza e invia direttamente ai server delle Entrate con cadenza giornaliera i dati dei corrispettivi derivanti dalla vendita di beni o servizi, generando a fine giornata un file Xml che viene trasmesso per via telematica.

Potranno essere utilizzati anche i registratori di cassa ad oggi esistenti, questi dovranno comunque essere adattati in modo da rispettare i requisiti previsti nelle specifiche tecniche emanate dall’Agenzia delle Entrate.

 

E' previsto un credito d’imposta fino a 250 euro per l’acquisto del Registratore telematico.

La fattura relativa all’acquisto o all’adattamento del misuratore fiscale deve essere pagata, con modalità tracciabile.

 

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO CAMERA DI COMMERCIO DI FIRENZE:

 

La Camera di Commercio di Firenze prevede la possibilità di richiedere un contributo a fondo perduto del 50% (contributo max € 500) per l’acquisto di registratori telematici e/o l’adeguamento di registratori di cassa da parte delle imprese della città metropolitana di Firenze per le quali, ai sensi dell’articolo 2 del D. Lgs. 5 agosto 2015, n. 127, è previsto l’obbligo della trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate.

 

Il contributo può essere richiesto a partire dall’11 novembre 2019 fino al 31 gennaio 2020 (salvo esaurimento risorse e le domande saranno esaminate in ordine di arrivo) per gli investimenti effettuati (investimento minimo ammissibile € 200) e consegnati nel corso del 2019.

 

I documenti occorrenti per la domanda di contributo sono:

·       Fattura di spesa

·       Copia della contabile del bonifico, dell’assegno o del pagamento pos effettuato

·       Documento identità legale rappresentante

·       Iban c/c bancario per accredito contributo.